Seehotel Ambach

Seehotel Ambach

Seehotel Ambach

Seehotel Ambach

Seehotel Ambach

Seehotel Ambach

Seehotel Ambach

Caldaro (BZ) - Italia

Progetto: OTHMAR BARTH Foto: KLAUSS PETERLIN

Ci sono progetti capaci di essere moderni anche dopo tanti anni dalla loro realizzazione: è questo il caso del Seehotel Ambach di Caldaro, in provincia di Bolzano, una struttura ricettiva di eccellenza sorta negli anni Settanta perfettamente integrata con il paesaggio circostante. Già all'epoca, infatti, si cercava di tutelare il territorio con soluzioni architettoniche non eccessivamente dirompenti nell'equilibrio ambientale: il progetto dell'hotel fu affidato al grande architetto trentino Othmar Barth, allora una giovane promessa dell'architettura internazionale. I lavori si svolsero sotto l'attenta guida di Anna Ambach-Weis, committente del progetto, che lavorò a stretto contatto con Barth per dar vita a una struttura unica nel suo genere, curata in ogni dettaglio, con forme ben definite ma al tempo stesso morbide e filanti, che non hanno nulla da invidiare ai moderni progetti architettonici sebbene risalgano agli anni Settanta. Anna Ambach-Weis ha sempre cercato di tutelare e preservare il suo albergo così come era stato inizialmente progettato e pensato e oggi che la struttura è passata nelle mani del nipote Klaus Maran e della sua famiglia, la volontà continua a essere quella di rispettare un'opera architettonica unica nel suo genere. Per preservare la struttura e mantenerla in un perfetto stato di funzionalità, gli eredi della signora Anna Ambach-Weis nel 2015 hanno effettuato degli importanti lavori di ristrutturazione. I lavori di restauro hanno interessato anche i bagni, per i quali sono state utilizzate le piastrelle Ceramica Vogue. In particolare sono state scelte piastrelle bagno della collezione Trasparenze con superficie lucida. Per i pavimenti e per le pareti sono state scelte piastrelle differenti, per giocare con i contrasti e per mantenere intatta l'idea iniziale del design moderno e funzionale. Per il rivestimento delle pareti, sono state scelte piastrelle in tinta unita nella versione TR Ghiaccio di dimensioni 5x20 cm: la decisione di utilizzare piastrelle di tali dimensioni, posizionandole in verticale, è la soluzione migliore per rivestire al meglio anche le pareti curve. Per i pavimenti, invece, è stata scelta una variante della collezione Trasparente in gres smaltato nel colore TR Ferro, un grigio scuro intenso, con dimensioni 20x20 e fughe bianche a contrasto. Una scelta di stile notevole e coraggiosa, che contrasta con tutti gli altri elementi dei bagni ma che sicuramente paga dal punto di vista estetico e funzionale.

Prodotti utilizzati per il progetto